Il commercio virtuale perde colpi

Ma questo ciclo di celeri click è destinato ad interrompersi, si smorza. Dopo il record non molto lontano di vendite attraverso il proprio pc, pare che sia stato registrato un enorme calo. Si decideva senza toccare le stoffe, senza provare quel paio di occhiali tanto ammirato, senza desiderare dall’esterno di una vetrina qualcosa che colpiva particolarmente. Probabilmente ora ritorna il piacere del tatto, della vista e perché no dell’udito. A confermarlo ci sono i dati di diversi negozi on-line che non segnalano alcuna crescita delle proprie vendite negli ultimi mesi, se non dell’1%.Ma la rete internet non si tira indietro, non si rassegna per alcun motivo. Infatti insiste, cambia strategia, la rende più piacevole e meno distaccata. Nasce il CLICKS-AND-BRICKS: dopo aver selezionato il prodotto sarà possibile ritirarlo direttamente dal negoziante, senza che ci sia inviato a casa; un mix di magazzino tradizionale che si sposa perfettamente con quello virtuale. A noi clienti non resta che attendere le trasformazioni di questo settore che quotidianamente si lega alle nostre necessità.Valentina Panico in esclusiva per pc-facile.com

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il commercio virtuale perde colpi