Il futuro di dentifricio e spazzolino

Nikos Soukos, coordinatore dell’esperimento, ha recentemente affermato: “La luce elimina i batteri responsabili delle malattie gengivali: viene assorbita da specifiche sostanze chimiche all’interno dei microrganismi patogeni, innescando una cascata di reazioni fatali al batterio”. La “mini -torcia”, in fase di lavorazione nei laboratori del Forsyth Institute di Boston, permetterebbe una maggiore pulizia del cavo orale, oltre a minori sollecitazioni di denti e gengive, rispetto al normale uso di dentifricio e spazzolino. Gli scienziati hanno poi spiegato che attraverso un fascio di luce blu, emanato da una lampada alogena, è stato possibile eliminare i batteri di tipo BPB e campioni di placca prelevati da pazienti affetti da gengiviti croniche. In entrambi i test, eseguiti in laboratorio, la “mini-torcia” si è quindi dimostrata rapida ed efficace. Sempre l’equipe del dottor Soukos ha poi affermato che tale metodo non comporta danni alle cellule umane, come verificato attraverso altri studi specifici. Sarà difficile far cambiare l’abitudine all’uso di dentifricio e spazzolino, ma la “mini-torcia” si presenta come il futuro dell’igiene orale.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il futuro di dentifricio e spazzolino