Il maggiore spyware è Kazaa

Si stima infatti che Kazaa sia stato scaricato a livello mondiale
circa 214 milioni di volte. CA afferma che il più celebre programma peer-to-peer,
così come gli altri software di condivisione, diminuisca in modo rilevante le
prestazioni di rete e vada ad occupare grandi quantità di storage. Oltre a
questo, proprio a causa della sua grandissima diffusione, Kazaa sarebbe divenuto
il pericolo numero uno per la sicurezza contro adware e spyware. Il “clot
factor”, cioè la quantità di risorse che il programma impiega, è stato
fissato a 50/100, un livello decisamente alto. “Fa qualcosa di utile -
commenta Simon Perry, vicepresidente della strategia di sicurezza di Computer Associates
- Ma resta il fatto che si apre la propria macchina a milioni di sconosciuti.”
Nella speciale classifica degli spyware stilata da CA, subito dopo Kazaa
troviamo il programma adware Ezula, seguito da adopt.hotbar.com e GameSpy Arcade.
La stessa società dichiara come non sia stato facile definire
Kazaa come spyware. L’idea di spyware è infatti ancora molto confusa e, sempre
più spesso, è stato necessario adottare il termine “pest” (grosse
noie), per definire certi programmi “pericolosi” e non incorrere in
procedimenti legali. Una critica questa per cui CA non usa comunque mezzi
termini, rivolta non solo a Kazaa, ma al mondo del file-sharing in generale.
Anche altri software, come ad esempio Blubster, Gnucleus e WinMX, potrebbero
infatti causare una forte riduzione delle prestazioni dei sistemi e
l’istallazione di numerosi adware e spyware.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il maggiore spyware è Kazaa