Il mago in bolletta: solo 12,50 euro

Da oggi sono così previsti dei tetti di spesa massima fatturabili in bolletta, che vanno dai 12,50 euro (+ iva) per alcuni tipi di chiamate, a 1,00 euro (+ iva) per i servizi di televoto, passando per i  2,75 euro (iva inclusa) come costo massimo per servizi in modalità forfettaria per minori, come fiabe e barzellette. Superati i limiti fissati dal regolamento ministeriale, il costo della chiamata non potrà più essere fatturato in bolletta e richiederà, con specifica comunicazione al cliente
durante la comunicazione, il pagamento sotto forme differenti, per esempio con un conto corrente postale. Come spiegato nel dettaglio dal ministro Mario Landolfi, il limite dei 12,50 euro (+ iva) vale per i servizi di carattere sociale-informativo, per quelli di assistenza e consulenza tecnico-professionale e per i servizi di intrattenimento. "L’intervento – ha spiegato Landolfi – è a garanzia degli utenti, in particolare di quelli vulnerabili psichicamente e che si ritrovano spesso con bollette altissime per le chiamate a maghi e fattucchiere". Chissà se qualche acuto veggente l’aveva già previsto…

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il mago in bolletta: solo 12,50 euro