Il motore del futuro? A vapore

Un incremento di potenza ed efficienza estremamente economico, considerando che l’energia proviene esclusivamente dalla dispersione di calore dei gas di scarico e dell’acqua di raffreddamento. Il progetto, realizzato dal  settore Ricerca e Tecnologia del Gruppo tedesco, risponde quindi a tutti i requisiti della filosofia di BMW EfficientDynamics: emissioni e consumi minori a fronte di dinamicità e potenza superiori. Il Turbosteamer – così si chiama – si basa sul principio della macchina a vapore: in due differenti circuiti il liquido si riscalda trasformandosi in vapore, in grado di azionare un motore. Il primo fornitore di energia è il circuito ad alta temperatura che, mediante scambiatori termici, sfrutta il calore dei gas di scarico del motore a combustione interna come fonte energetica. In questo modo viene riutilizzato oltre l’80 percento dell’energia termica contenuta nei gas di scarico. Il vapore passa poi direttamente in una macchina ad espansione, accoppiata con l’albero a gomiti del motore a combustione interna. L’ulteriore calore residuo viene assorbito prevalentemente dal circuito di raffreddamento del motore che lo riutilizza quale secondo fornitore di energia per il Turbosteamer. È stato dimostrato che quest’innovativa propulsione assistita favorisce un aumento fino al 15% dell’efficienza del sistema di propulsione combinato.
I componenti di questa propulsione supplementare, la cui progettazione ha raggiunto la fase di test completi sul banco di prova, sono stati realizzati in modo tale da poter essere eventualmente integrati anche nelle serie di modelli esistenti. Alcune ricerche eseguite a titolo d’esempio hanno dimostrato che una BMW Serie 3 dispone già di spazio sufficiente. L’ulteriore sviluppo del progetto si concentra innanzitutto sul ridimensionamento e sulla semplificazione dei componenti. L’obiettivo di sviluppo nel lungo periodo è quello di realizzare un sistema in grado di essere prodotto in serie entro 10 anni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Il motore del futuro? A vapore