Il problema capelli è anche donna

Grandi le aspettative che provengono dal settore dedicato alle donne, dove la domanda è forte e sta assumendo aspetti nuovi. Secondo Stefano Benassi, direttore generale di Cesare Ragazzi Company, "dai dati emerge chiaramente l’incremento del numero di donne interessate ai temi e alle problematiche del capello e del cuoio capelluto". Proprio dalle donne sono infatti pervenute il 26,17% delle richieste di informazioni del 2003 e il 35,97% del 2004, una percentuale già equiparata nel solo primo semestre del 2005. Potrebbe quindi essere il settore femminile a spingere la compagnia verso la più volte attesa quotazione in borsa, una volontà che il patron Cesare Ragazzi non nasconde: "Ragioneremo seriamente su questa decisione a partire dal prossimo anno, ma, come è noto, stiamo andando in quella direzione". Presente in Italia, Svizzera, Spagna, Malta, Danimarca, oltre che con i centri di consulenza negli Stati Uniti e in Costarica, l’azienda sta seguendo, per stessa ammissione del suo fondatore, un processo di riorganizzazione della struttura societaria. "L’obiettivo di tale processo – spiega Cesare Ragazzi – è il consolidamento per affrontare le sfide del mercato dell’hair care e del benessere che mostra una costante crescita." Proprio quello del capello si sta quindi rivelando come un business di assoluto livello per il gruppo di Zola Predosa (Bologna). Per l’esercizio 2004 si evidenziano ricavi netti per 11.754.149 milioni di Euro (+ 5,9% rispetto agli 11.096.959 mio del 2003). L’Ebitda ammonta a 968.779 Euro, con una flessione del 16% rispetto al 2003, ciò a causa dell’aumentato costo del lavoro e dell’inserimento di nuove figure professionali, tecniche e commerciali, all’interno del network in franchising. L’Ebit è negativo di 13.044 Euro, tuttavia il risultato netto per l’esercizio evidenzia un utile di 32.119, in crescita (+ 59%) rispetto al 2003 (allora 20.193 Euro), ciò dovuto a proventi diversi derivanti da prestazioni di servizi e vendite di materiali accessori ai centri affiliati in franchising. Risultati che riflettono una continua crescita dell’azienda, che nel frattempo non ha mai smesso di investire sulla sua struttura e sulle tecnologie a disposizione. L’attività del gruppo è, infatti, incentrata sulla prevenzione e sul trattamento personalizzato di tutte le anomalie legate al capello ed al cuoio capelluto e sulla soluzione al problema della calvizie, sia genetica che traumatica.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il problema capelli è anche donna