Il regista di matrimoni, nato da un’immagine

Ne è così sorta una commedia che riflette quell’istante tutto particolare, dove il protagonista, il regista Franco Elica, si trova nella situazione di dover filmare un matrimonio. Come per il regista osservato da Bellocchio a Scilla, anche Elica non si preoccupa di capire il significato delle nozze. Anzi, Franco agisce addirittura per sabotarlo. Come? Si lascia travolgere da una passione inaspettata per la futura sposa, Bona Gravina, principessa di Palagonia. Ma la storia inizia da più lontano, da quando Franco Elica entra in crisi perché la figlia ha sposato un fervente cattolico e perché è costretto, suo malgrado, a girare l’ennesima versione alienante dei “I Promessi Sposi”. Alla crisi si aggiunge un evento inaspettato, così decide di fuggire in un paesino della Sicilia profonda, dove incontra un uomo che si guadagna da vivere girando filmini di matrimoni e un regista che si spaccia per morto per ottenere finalmente il riconoscimento mai avuto prima “in vita”. Conosce anche il principe Ferdinando Gravina di Palagonia, un nobile spiantato che gli propone di dirigere il film del matrimonio di sua figlia, Bona. Franco, però, si innamora immediatamente della bellissima principessa e decide di salvarla da un matrimonio di convenienza. "Questa passione lo guiderà alla salvezza di Bona- commenta Bellocchio – evitandogli pericoli anche mortali che troverà disseminati sulla sua strada… Ma poiché non è un eroe nato sbanderà spesso in questo pericoloso percorso e quasi volontariamente come se avesse paura di vincere, di conquistare la donna amata e di essere felice con lei. A un passo dalla vittoria rischierà di perdere tutto come se sbagliasse apposta per rimandarla continuamente." Il film "Il regista di matrimoni" arriva al cinema venerdì 21 aprile, su distribuzione 01 Distribution.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il regista di matrimoni, nato da un’immagine