Il rock’n'roll di Matthew Lee a Ostra Vetere

Siamo quindi di fronte ad un artista eccezionale, un vero e proprio animale da palcoscenico, un "genio sulle orme di Jerry Lee Lewis". Di lui avevamo già parlato proprio in occasione dell’uscita del disco "" di Senigallia.

Ma torniamo all’evento organizzato dall’Assessorato al Turismo di Ostra Vetere e al "nostro" Matthew Lee, un artista capace di una straordinaria abilità nel coinvolgere il suo pubblico, un ragazzo tanto carismatico da imporsi come figura unica a livello nazionale ed internazionale. Il pesarese, oltre ad essere un musicista e cantante di grande talento, sa infatti mandare in delirio le platee suonando il piano con i piedi, con i gomiti, in ginocchio o addirittura girato di spalle al suo strumento.

Nella carriera artistica di Matthew Lee si segnalano performances nei palchi di teatri prestigiosi, insieme a nomi quali Enzo Jannacci e Francesco De Gregari, spettacoli in importanti club come Barfly di Ancona o il Naima di Forlì, ma anche numerose partecipazioni a qualificate ed importanti manifestazioni come il San Severino Marche Blues Festival. Altro grande evento a cui ha partecipato è il Capodanno 2005 di Roma, davanti a 150.000 persone, sul palco dedicato al rock’n'roll insieme a Lillo e Greg, Max Gazzè, Little Tony e altri.

Matthew Lee può anche vantare numerose partecipazioni televisive. Per cinque volte è stato ospite del programma televisivo "Domenica In", condotto da Carlo Conti e Mara Venier. Successivamente viene contattato da Paolo Limiti per partecipare, in qualità di ospite, alla trasmissione "Ci vediamo in TV". Nel 2004 è la volta di Commedy Lab di Marco Maccarini, in onda su MTV. Nel 2005 è invece Renzo Arbore a volerlo all’interno del suo spettacolo "Speciale per me" in onda su Raiuno.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Il rock’n'roll di Matthew Lee a Ostra Vetere