Il sistema ibrido di GM, DaimlerChrysler e BMW

Si tratta di una combinazione che permette di ottenere risultati superiori in termini di efficienza e gestione della potenza. Durante il funzionamento nelle due modalità ECVT e con quattro rapporti fissi, il sistema ibrido può utilizzare i motori elettrici per il boosting (aumento della pressione media effettiva a parità di potenza) e la frenatura a recupero. In breve, la sovrapposizione dei quattro rapporti fissi alle due modalità ECVT consente di ottenere un totale di sei diverse modalità operative. La modalità ECVT "input-split", o Modalità continuamente variabile 1, è attiva dalla partenza da fermo del veicolo fino al secondo rapporto fisso di trasmissione. La modalità ECVT "compound-split", o Modalità continuamente variabile 2, è attiva dopo il secondo rapporto fisso di trasmissione. Primo rapporto fisso di trasmissione con tutti e due i motori elettrici disponibili per aggiungere potenza al motore a combustione interna o per recuperare e accumulare energia in frenata o in rilascio, per decelerazione e inerzia. Secondo rapporto fisso di trasmissione con un motore elettrico disponibile per aggiungere potenza oppure accrescere l’effetto frenante. Terzo rapporto fisso di trasmissione con due motori elettrici disponibili per aggiungere potenza oppure accrescere l’effetto frenante. Quarto rapporto fisso di trasmissione con un motore elettrico disponibile per aggiungere potenza oppure accrescere l’effetto frenante. Il risultato è una tecnologia ibrida che fornisce risultati superiori in termini di risparmio di carburante, prestazioni e capacità di trasporto di carico. Il sistema, pur essendo paragonabile a una trasmissione automatica tradizionale per quanto concerne il numero di parti meccaniche e le dimensioni, è in grado di funzionare con rapporti variabili, senza soluzione di continuità, oppure con uno dei quattro rapporti fissi. Il sofisticato modulo di controllo elettronico ottimizza costantemente l’intera catena cinematica ibrida, consentendo di sfruttare il sistema di funzionamento più efficiente per il livello di potenza richiesto dall’automobilista. In generale, questa tecnologia ibrida di avanguardia assicura diversi vantaggi nel ciclo combinato (urbano ed extraurbano) in termini di risparmio di carburante, prestazioni dinamiche e capacità di rimorchio. Consentirà infatti alle tre Case automobilistiche di costruire motori a combustione interna con trasmissioni completamente ibride con maggiore efficienza dei costi e di offrire questa tecnologia di risparmio di carburante su una vasta gamma di veicoli. Le applicazioni iniziali sono previste per veicoli con motore anteriore e trazione posteriore o integrale, anche se la versatilità del sistema è tale da consentirne in futuro l’uso anche su vetture a motore anteriore e trazione anteriore.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Il sistema ibrido di GM, DaimlerChrysler e BMW