In Svizzera, nani liberi tutti

Allarme per la polizia cantonale che ha diffuso la "mappa" delle sparizioni. I distretti della Gruyère, della Glâne e della Broye sono i più presi di mira dagli attivisti del Flng, ma denunce arrivano anche dalla località di Porsel. In quest’ultimo caso, però, pare che ventitrè nanetti sequestrati siano stati prontamente recuperati presso Prez-vers-Siviriez. Comune a tutti i casi, la modalità del rapimento. Al posto degli gnomi, i proprietari hanno trovato il seguente messaggio a firma del Fronte: "i vostri nani sono tornati in libertà". Il fenomeno dei rapimenti non è nuovo a Friburgo dove, lo scorso anno, ben settantasette nani erano stati "posti in libertà in modo da poter assistere alla corsa Morat-Friburgo".Le famigerate "brigate nane", però, non sono attive soltanto in Svizzera tanto che recentemente, in Francia, una signora si è addirittura ammalata di depressione dopo che i suoi nanetti erano stati trafugati: "Signor presidente – ha dichiarato in tribunale – vorrei che sapesse che cosa si prova quando si esce di casa e non si vedono più i nani da giardino. E’ così che mi sono ammalata". Il Fronte per la liberazione dei nani da giardino, nasce sul finire degli anni Novanta in Francia, dove pare abbia già liberato 4.205 nani, per poi diffondersi in altri Paesi europei, negli Stati Uniti e in Canada. In Italia esiste un’associazione, il Malag, "Movimento autonomo per la liberazione delle anime da giardino" con tanto di sito web in cui sono documentate fotograficamente le operazioni.Ma qual’è la filosofia che muove il "liberatori"? Per comprenderne le ragioni, forse può essere d’aiuto una frase estrapolata dall’arringa dell’avvocato francese Dubour, difensore di alcuni giovani ladri di nani: "Tutto ruota attorno al problema dell’umanizzazione dei nani. Bisogna richiuderli in un giardino o lasciarli liberi nella foresta?". Se pensate che il quesito non vi toglierà il sonno, forse fareste meglio a considerare che in Europa, la popolazione dei nani da giardino è stata stimata ai trenta milioni di unità. Un dato che può far comprendere l’allarme sociale destato dai continui blitz ed il clamore mediatico che ne consegue.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > In Svizzera, nani liberi tutti