In un libro i backstage di The Cal

La presentazione, avvenuta in anteprima al Festival del Cinema di Cannes nell’ambito della serata sponsorizzata da Pirelli e dedicata all’amFAR (American Foundation for AIDS Research), ha visto fra i protagonisti alcuni tra i più prestigiosi esponenti del cinema e della musica internazionale, tra i quali Sharon Stone, Liza Minelli, Naomi Campbell, Elton John e Michael Douglas. La serata è stata poi impreziosita delle immagini del Calendario Pirelli 2005 che già hanno “stregato” Rio de Janeiro, New York e Mosca, mentre uno degli scatti originali di Patrick Demarchelier è stato battuto all’asta ed il ricavato sarà devoluto a favore dell’amFAR. Il libro del backstage del Calendario Pirelli – coordinato da Costantino Ruspoli con l’art director Stefano Corvi – si propone di illustrare le magiche atmosfere di un mito grazie alle splendide illustrazioni di un inedito “dietro le quinte”. Prende vita così un fantastico viaggio nel tempo che “passa” con eleganza, arte e ironia oltre 40 anni di storia dell’immagine e del costume. Proprio per trasferire il contenuto di “un backstage”, nessuna fotografia è stata ritoccata, preservando in tal modo l’originalità e l’integrità degli scatti: le fotografie, magari sgranate, riescono a mostrare lo scorrere del tempo e le differenti impostazioni tecniche e stilistiche utilizzate nel corso di quattro decadi. Le fotografie più preziose, rare e intriganti appartengono ai primi anni di vita del Calendario. Il libro del backstage del Calendario Pirelli è un’opera unica, svincolata dai canoni tradizionali dei libri fotografici, senza impostazioni e regole fisse: l’impaginato e la grafica non seguono uno schema predeterminato, ma cambiano secondo lo stile dei fotografi, cercando di ricreare il linguaggio e l’atmosfera del tempo. La rottura con la tradizione si nota già a partire dalla copertina, dove campeggia il negativo di una polaroid. Questo è il “fil rouge” dell’opera: ogni lavoro di un grande artista comincia da una polaroid, l’inizio di un grande progetto. Il libro si chiude poi con uno straordinario inedito: è il 1963, il calendario di Terence Donovan, mai pubblicato. Si tratta del precursore del Mito, una sorta di edizione “di prova” all’epoca riservata al mercato inglese. Il volume non è in vendita e verrà distribuito ad un numero selezionato di personalità.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > In un libro i backstage di The Cal