Insonnia: la prevenzione comincia dal cibo

Esistono infatti cibi in grado di "aiutarci" a dormire ed altri invece che ostacolano un buon riposo. Ad esempio, pane, pasta, riso, lattuga, radicchio e uova bollite sarebbero in grado di favorire il sonno, al contrario di snack salati, cibi in scatola e condimenti piccanti che invece lo ostacolano.Piccole precauzioni, già a partire dalla tavola, possono rivelarsi molto utili a contrastare i disturbi del sonno, un problema che in Italia riguarda circa 12 milioni di persone.Da evitare: Patatine in sacchetto; Piatti con dado da cucina; Cioccolato e Cacao; Caffè e The; Curry, Pepe, Paprika; Superalcolici; Salatini; Alimenti in scatola.Consigliati: Pasta, Riso, Pane, Orzo; Lattuga, Radicchio rosso, Cipolla, Aglio; Zucca, Rape, Cavolo; Formaggi freschi, Yogurt; Uova bollite; Miele in infusi caldi, Latte caldo; Frutta dolce; Dolce.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Insonnia: la prevenzione comincia dal cibo