Interleuchina-10: novità contro la celiachia

Una ricerca condotta dall’Istituto di scienze dell’alimentazione (Isa) del Cnr con Telethon, l’Università di Napoli e l’Ospedale di Avellino, ha infatti isolato nell’intestino celiaco cellule in grado di contrastare la patologica reazione al glutine. Proprio l’ingestione del glutine contenuto nel grano, nell’orzo e nella segale, ricordiamo, è infatti responsabile di un’aberrante risposta immunitaria nei soggetti predisposti. Pubblicato sul "Journal of Immunology", il nuovo studio italiano dimostra che l’interleuchina (IL)-10, una semplice molecola che viene prodotta a seguito di forti fenomeni infiammatori, potrebbe svolgere un ruolo alternativo alla dieta senza glutine. Secondo quanto riportato dal Cnr, questa molecola, prodotta da cellule regolatorie, è in grado di tenere sotto controllo l’attività infiammatoria dei linfociti intestinali reattivi al glutine che sono la causa di questa patologia.Carmen Gianfrani, ricercatrice dell’Isa, ha dichiarato: "Il soggetto intollerante, a causa della sua predisposizione genetica, tratta il glutine come un agente pericoloso verso cui attuare un’efficace riposta immunitaria al fine di distruggerlo. Più specificamente, nell’intestino celiaco sono presenti cellule linfocitarie che, in seguito al contatto con la gliadina, maggior costituente del glutine, proliferano e producono sostanze con attività infiammatoria quali l’interferone-gamma".Lo studio ha evidenziato che nell’intestino di soggetti celiaci sono presenti piccole popolazioni di cellule con funzione regolatoria che molto probabilmente si attivano in seguito alla forte infiammazione. "Dopo aver eseguito una biopsia intestinale – afferma la Gianfrani – abbiamo isolato queste cellule una dall’altra e fatto crescere in vitro i singoli linfociti, generando dei veri e propri cloni. Successivamente, sono stati effettuati dei test, mettendo a contatto le cellule infiammatorie con quelle regolatorie, in rapporto di 1 a 1, e abbiamo constatato che queste ultime, attraverso la produzione di sostanze anti-infiammatorie quali l’interleuchina-10, inibiscono la proliferazione dei linfociti patogenetici. La risposta infiammatoria risulta invece molto più accentuata se l’attività delle cellule regolatorie viene bloccata". Attraverso nuovi studi, i ricercatori cercheranno ora di aumentare nell’intestino il numero di cellule regolatorie o di potenziarne l’azione, in modo tale da tenere sotto controllo l’infiammazione.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Interleuchina-10: novità contro la celiachia