Internet: un vantaggio per la scuola

Secondo gli 80 insegnanti intervistati
dall’Istituto Iard Franco Brambilla, chi “ci guadagna” sono prima di tutto proprio gli studenti (per facilità di utilizzo, maggior partecipazione, stimolo allo
studio), seguiti dalla ricerca di materiali (più fonti, informazioni
aggiornate) e infine dalla didattica nel complesso (per impiego di strumenti più vicini ai giovani, possibilità di personalizzare i
materiali). Insomma, le nuove tecnologie aiutano, pure a scuola: in base a una valutazione da 1 a 10, gli insegnanti ammettono che il loro uso consente una maggiore sintonia al linguaggio dei giovani (voto medio 8,4), uno stimolo maggiore nel lavoro (8,5), la possibilità di personalizzare i materiali (8,4) e una grafica accattivante (8,4).
In generale, il Rapporto 2005 dell’Osservatorio AIE (Associazione Italiana Editori) sull’editoria digitale,
evidenzia un deciso aumento del numero dei navigatori italiani. Quasi un
italiano su due utilizza infatti Internet: il 46% della popolazione (nel 2004 era il 43%) e l’83% degli utilizzatori di PC. Non solo,
secondo la stima dell’ISPO di Renato Mannheimer, più di 18,6 milioni di italiani hanno visitato almeno un sito a contenuto informativo negli ultimi sei mesi.
La maggior parte degli internauti utilizza infatti il web anche per consultare contenuti
editoriali/informativi (80%). I contenuti legati allo studio e all’attività professionale sono quelli per i quali gli italiani si mostrano più propensi al pagamento, in particolare se si tratta di corsi di formazione. Il 20% di coloro che nell’ultimo semestre hanno utilizzato
Internet per partecipare a corsi di formazione dichiarano infatti di aver pagato per accedervi e il 47% si dichiara propenso a pagare per poter usufruire di questo servizio anche in futuro.
“Il quadro che emerge – ha spiegato Renato Mannheimer dell’Ispo – lascia intuire che l’editoria elettronica on line sia arrivata a un punto di svolta e possa ragionevolmente ipotizzare un suo definitivo decollo: le famiglie italiane vantano oggi una buona attrezzatura per l’uso e il consumo di contenuti digitali e, per quanto riguarda l’ipotesi di pagamento per accedere a servizi/siti on line, il panorama si presenta complessivamente
positivo”.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Internet: un vantaggio per la scuola