iPod nano: consumatori alleati contro Apple

L’accusa dei consumatori è grave: Apple
avrebbe commercializzato il dispositivo nonostante fosse a conoscenza del problema di affidabilità del display. Nella proposta di class action, depositata
mercoledì scorso a San Jose, California, si cerca di dimostrare come il display si rovini eccessivamente anche in condizioni di utilizzo normale e che il
produttore fosse già a conoscenza dei limiti alla resistenza dell’iPod nano prima della commercializzazione. Le richieste dei clienti si orienterebbero verso un risarcimento parziale, quantificato in almeno 25 dollari per ogni
lettore acquistato. Va detto che un coro di critiche si era sollevato a pochi
giorni dalla messa in vendita dell’iPod nano e che Apple era intervenuta per minimizzare il problema e confermare che avrebbe sostituito i prodotti
danneggiati, limitatamente a quelli che potevano essere considerati difettosi. Secondo l’azienda californiana, gli inconvenienti al display non derivano
infatti dal design dell’apparecchio. Ricordiamo che l’iPod nano è disponibile nelle colorazioni bianca e nera, nel modello da 4GB, al prezzo di 269 euro, e in quello da 2GB (500 canzoni), a 209 euro.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > iPod nano: consumatori alleati contro Apple