Italia agli ottavi: 2-0 alla Repubblica Ceca

Detto che l’importante era non perdere, Lippi sorprende i tifosi e giornalisti, mandando in campo una formazione con un solo attaccante di ruolo, il milanista Gilardino, supportato da Francesco Totti e Mauro Camoranesi. L’inizio non è però dei migliori, con la Repubblica Ceca che attacca ed un attentissimo Buffon a respingere ogni tentativo di Nedved e compagni. Con un’Italia un po’ timida, specie in attacco, sono infatti il portierone bianconero e l’indomabile Gattuso a tenere unite le fila e ad impedire ai cechi di farci male. Quando l’infortunio di Alessandro Nesta sembra scombussolare ulteriormente i piani di Lippi è però il sostituto del difensore milanista a gettare i cechi nello sconforto. Al 26esimo, è proprio Materazzi a staccare più alto di tutti sul calcio d’angolo di Francesco Totti e a battere Petr Cech con un perentorio colpo di testa che manda il pallone ad infilarsi nell’angolino basso alla sua destra. Uno a zero, ma la partita non cambia faccia. L’Italia non riesce a proporsi con continuità, ma è altrettanto brava a respingere ogni iniziativa avversaria. Nei minuti di recupero del primo tempo arriva la svolta. Jan Polak si fa cacciare per una doppia ammonizione, la seconda rimediata per un’entrata avventata, da dietro, su Totti.Nel secondo tempo la Repubblica Ceca patisce l’inferiorità numerica e gli sforzi fatti nella prima frazione di gioco. Nedved e compagni non riescono quasi mai a rendersi pericolosi tranne che con tiri da fuori, mentre l’Italia cerca il raddoppio in contropiede. Troppe le occasioni sbagliate, ma gli azzurri centrano il bersaglio con Filippo Inzaghi, entrato in sostituzione di Gilardino al 60esimo minuto. Pippo, che sino a quel momento si era reso protagonista di due errori sotto porta, non sbaglia al terzo tentativo e trafigge Cech dopo averlo dribblato al termine di una fuga iniziata sul filo del fuorigioco dalla linea di metà campo. E’ l’87esimo minuto e la partita finisce qui. In sintesi, la prova degli azzurri fa ben sperare per il futuro.La squadra, pur concedendo ancora qualcosa, pare rispondere al meglio agli ordini del proprio timoniere Marcello Lippi che, per questo delicato match, ha rinunciato ad un attaccante (Toni) e infoltito il centrocampo. Sul piano del gioco, invece, l’Italia può e deve ancora migliorare, così come la condizione del "condottiero" Totti. Peccato per l’infortunio di Nesta che, pur ben sostituito da Materazzi, potrebbe privare Lippi di una pedina importante dello scacchiere azzurro. Ora, non resta che attendere di conoscere l’entità dell’infortunio occorso al difensore rossonero. Negli ottavi, salvo sorprese, l’Italia dovrà affrontare una tra le nazionali di Croazia e Australia.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Italia agli ottavi: 2-0 alla Repubblica Ceca