Italia: dopo il pareggio, il vero Mondiale

A Kaiserslautern, nella sua seconda uscita nel Gruppo E dei Mondiali di Germania 2006, l’Italia ha ottenuto un sofferto 1-1, passando in vantaggio con Gilardino al 22′ e subendo al 28′ uno sfortunato autogol di Zaccardo. La partita, caratterizzata da ben tre espulsioni, ha comunque permesso agli azzurri di conquistare il primato del girone per via della sconfitta della Repubblica Ceca contro il Ghana. Secondo Lippi, alcune avvisaglie sullo stato non ottimale della squadra erano chiare anche alla vigilia del secondo appuntamento mondiale, partita nella quale si è quindi sbagliato l’approccio con conseguenti errori e nervosismi, come quelli che hanno portato al cartellino rosso per De Rossi. "Ne è uscito un 1-1 – continua il ct azzurro – che lascia tutto in bilico nel nostro girone. Sono certo che dalla prossima partita ritorneremo brillanti come di consueto". Marcello Lippi ha poi parlato dei singoli giocatori, confermando la bontà della scelta di sostituire Totti, che "non riusciva a trovare la posizione", una volta rimasti in dieci dopo l’espulsione di De Rossi. Complimenti vanno invece a Perrotta, "rimasto stoicamente in campo anche se molto limitato da un infortunio", e a Gattuso, andato molto bene al rientro. "Da oggi comincia il nostro vero Mondiale – concluede l’allenatore della Nazionale -, da oggi o dentro o fuori. Noi abbiamo bisogno di questo”.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Italia: dopo il pareggio, il vero Mondiale