Italia: i cellulari superano gli abitanti

Sono infatti 108,4 ogni 100 abitanti i contratti attivi nel 2004, per un totale di 63 milioni di abbonamenti su 58 milioni di italiani. Nella classifica europea stilata dal rapporto dall’Eurostat, il Belpaese si posiziona al terzo posto, battuto solamente da Lussemburgo (circa 1,5 abbonamenti per abitante) e Svezia (109 su 100). La media italiana è comunque ben superiore a quella del vecchio continente, che si attesta sulle 89,6 sottoscrizioni di telefonia mobile ogni 100 abitanti. Da notare anche il trend di crescita, che, nel 2004, conta 7 milioni di nuovi abbonamenti in Italia e 40 milioni in Europa, sfatando la convinzione che il mercato sia ormai prossimo alla saturazione. Il rapporto Eurostat sulle telecomunicazioni nell’UE prende in esame anche la diffusione di Internet, settore dove la penisola italiana non è altrettanto virtuosa. Le connessioni alla rete, sia normali che a banda larga, rimangono infatti al di sotto della media europea, con il 34% delle case collegate ad Internet rispetto ad una media europea che ha raggiunto il 43%. Anche meno lusinghieri i dati sulla banda larga, un "lusso" che, almeno fino al luglio 2005, si è concesso appena il 9,5% degli italiani. Il dato, seppur in crescita rispetto al 2004 (6,1%), si posiziona al di sotto del 10,6% raggiunto dalla media europea (12% se si considerano solo i quindici membri dell’Europa prima dell’allargamento).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Italia: i cellulari superano gli abitanti