Italia indaga sul Botox dopo risarcimento in USA

Una donna statunitense si è, infatti, vista risarcire con una somma di ben 15 milioni di dollari dopo che le iniezioni di botulino per uso estetico le avevano causato dolori diffusi e continuati, tali da impedirle di proseguire il suo lavoro di direttrice sanitaria al Lakeside Women’s Hospital di Oklahoma City.La notizia non è passata inosservata in Italia, dove il Sottosegretario alla Salute On. Francesca Martini ha dichiarato quanto segue: "Il tema della sicurezza dell’utilizzo della tossina botulinica in ambito terapeutico e con finalità estetiche era già da tempo alla mia attenzione. Di concerto con il Ministro della Salute Prof. Ferruccio Fazio ho ritenuto di affidare al Consiglio Superiore di Sanità l’incarico di analizzare la situazione relativa all’utilizzo della tossina botulinica in Italia, sia a scopo clinico che con finalità estetiche, e di effettuare una valutazione, tenendo conto anche degli studi più avanzati materia, rispetto alle eventuali problematiche connesse al suo utilizzo".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Italia indaga sul Botox dopo risarcimento in USA