Italiani pagano in euro rimpiangendo la lira

Nel 2010 un cittadino su 3 rimpiange la lira, spiega l’associazione, affermando che il motivo di tale incredibile dato risiede nel periodo di instabilità economica che ha colpito diversi paesi europei, ma soprattutto nel forte rincaro di prezzi e tariffe avvenuto nel nostro paese dall’introduzione dell’euro in poi.
In sostanza, la maggior parte dei consumatori che rivorrebbe la lira, associa automaticamente la moneta unica all’aumento del costo della vita e alla perdita di potere d’acquisto.Non solo. Altro dato interessante che emerge dall’indagine Codacons, realizzata su 600 famiglie, è quello che vede il 9,5% dei cittadini non avere ancora piena dimestichezza con l’euro, e non riuscire a percepire con immediatezza l’entità dei prezzi. Circostanza questa che rende più difficoltoso per alcuni soggetti tenere le spese sotto controllo, a differenza di quanto avveniva con la vecchia moneta."Il rimpianto per la Lira – evidenzia il Codacons – e una certa avversione per l’euro, è maggiormente sentita nelle città del sud Italia e nelle persone di età superiore ai 60 anni".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Italiani pagano in euro rimpiangendo la lira