Jakob Philipp Hackert in mostra a Caserta

A duecento anni dalla morte di Hackert, la mostra intende proporre l’intera opera del pittore prussiano: dagli esordi berlinesi, al soggiorno a Parigi e in Francia, fino all’arrivo in Italia. La sua permanenza a Roma, infatti, è un momento decisivo che lo mette a contatto con la contemporanea pittura di paesaggio italiana e straniera, mentre il suo trasferimento a Napoli, come pittore di Corte di re Ferdinando IV di Borbone, lo pone in una posizione di grande privilegio rispetto a tutti i contemporanei.La sua produzione continua poi nell’eremo di San Pietro di Careggi in Toscana, dove si rifugia dopo la rivoluzione napoletana e la fuga del re da Napoli. Cinque le sezioni presenti: Gli esordi a Berlino 1760-1764; L’attività a Parigi e l’incontro con Joseph Vernet 1765-1768; La discesa in Italia e la residenza a Roma 1769-1786; Pittore di Corte a Napoli 1786-1799; La fuga da Napoli e l’attività in Toscana 1800-1807. Per quanto riguarda le opere esposte, la mostra prevede, oltre al cospicuo fondo della Reggia di Caserta, dipinti provenienti da collezioni italiane e straniere, pubbliche e private.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Jakob Philipp Hackert in mostra a Caserta