Kidman protagonista alla Festa di Roma

Dalle sensazioni riguardo al film sino alla città che l’accoglie in questi giorni, l’artista ha spaziato su più argomenti. A proposito della pellicola, che la vede nei panni della fotografa "cult" Diane Arbus, la Kidman ha commentato: "Per me, che sono sempre sotto i flash dei fotografi, è stato molto affascinante vestire i panni della Arbus, ho amato conoscere il suo modo di vedere il mondo. Inoltre abbiamo cercato, io e Steven (il regista, ndr), di focalizzarci sulla personalità della fotografa che è esplosa solo a 35 anni, da quel momento in poi ha iniziato a vivere ad aprirsi e anche la scena di nudo finale, per la quale Shainberg mi ha pregato giorno e notte per intere settimane, è proprio la metafora di questa rinascita". Sulla Festa di Roma e sulla scelta della giuria popolare, l’attrice si è poi detta d’accordo sul fatto che le sorti di un festival non siano affidate esclusivamente agli addetti ai lavori. Curiosa, invece, la parte che riguarda il legame con la capitale.La Kidman, un po’ a sorpresa, rivela: "…la mia storia d’amore con questa città è iniziata quando avevo 17 anni e non è più finita. Ho iniziato a scoprirla come Audrey Hepburn in "Vacanze Romane", su una Vespa. Uno dei luoghi che oggi preferisco sono le Catacombe". Le domande sfiorano poi la sfera privata e finiscono sul recente matrimonio con il musicista Keith Urban. La Kidman allora confessa di non voler più mescolare lavoro e vita privata, ma anche di credere molto nella "fedeltà artistica e, soprattutto, in quella sentimentale e sessuale".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Kidman protagonista alla Festa di Roma