La ceramica dall’arte alla medicina

Grazie alla ceramica sarà infatti possibile sanare le fratture ossee e sostituire porzioni di cranio ed articolazioni. L’innovativo materiale, realizzato dall’Istec (Cnr) e da Finceramica, è caratterizzato da un’elevata tecnologia e da una porosità che ricalca perfettamente la struttura e la funzione del tessuto osseo spongioso naturale. Innumerevoli le possibilità di applicazione della nuova ceramica biointegrabile che potrebbe venire presto impiegata al posto delle vecchie protesi articolari e della pratica chirurgica, con notevoli benefici sulla salute dell’uomo. Questi materiali, altamente innovativi e biointegrabili, saranno illustrati nelle loro componenti e possibili applicazioni nel corso di "Le nuove frontiere della ricerca e le innovazioni terapeutiche in ortopedia: un modello di sinergia pubblicoprivato tutto italiano", la tavola rotonda che si terrà a Firenze lunedì 10 ottobre.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > La ceramica dall’arte alla medicina