La Champions incorona il Barcellona

Ronaldinho e compagni si sono imposti sulla compagine di Thierry Henry al termine di una gara combattuta, tra sorprese e acquazzoni inaspettati. I 77.000 spettatori, trai quali Vip del calibro di Johan Cruyff ed il Re di Spagna Juan Carlos, si sono così goduti un match di finale segnato già dal 18esimo minuto dalla clamorosa espulsione del portiere tedesco dell’Arsenal Jens Lehmann. Quando tutto sembra volgere al peggio per gli inglesi, ci pensa però il possente difensore centrale dei "Gunners" Sol Campbell ad imprimere alla partita un andamento tutt’altro che scontato dopo l’espulsione di Lehmann.Fallo su Emmanuel Eboué, punizione di Henri e proprio Campbell svetta ed insacca di testa alle spalle di Victor Valdes. Uno a zero per l’Arsenal ed inizia l’assalto del Barça. I londinesi si difendono con orgoglio e cercano di ripartire in contropiede, ma al 76′ ci pensa una combinazione a tutta velocità tra Henrik Larsson (subentrato a Van Bommel al 61esimo) e Eto’o a ristabilire la parità. A confermare la bontà dei cambiamenti in corsa apportati da Franklin Rijkaard è poi il brasiliano Juliano Belletti che, entrato al 71esimo, sigla il gol vittoria su assist ancora di Larsson.La Champions League va così al Barcellona che si lascia andare a scene di tripudio. Rimane invece solo l’amarezza ai giocatori dell’Arsenal che, fortemente condizionati dall’espulsione iniziale, erano comunque riusciti ad andare in vantaggio. L’appuntamento è ora fissato per l’anno prossimo, con la speranza che le squadre italiane, "calciopoli" permettendo, riescano ad andare oltre la semifinale conquistata dal Milan in questa edizione.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > La Champions incorona il Barcellona