La città proibita, del regista Zhang Yimou

E’ la vigilia delle festività del Chong Yang, con i fiori dorati che riempiono il palazzo imperiale. L’imperatore (Chow Yun Fat) ritorna inaspettatamente a casa assieme al suo secondogenito, il principe Jai (Jay Chou). La ragione ufficiale è quella di celebrare le festività con la sua famiglia, ma considerando i rapporti freddi che intercorrono tra lui e la sofferente imperatrice (Gong Li), questa sembra soltanto una scusa. Per molti anni, l’imperatrice e il principe ereditario Wan (Liu Ye), il suo figliastro, hanno avuto una relazione sentimentale. Sentendosi in trappola, il principe Wan sogna di scappare dal palazzo con il suo amore segreto Chan (Li Man), la figlia del dottore imperiale.Nel frattempo, il principe Jai, fedele al padre, è sempre più preoccupato per la salute dell’imperatrice e per la sua ossessione legata al crisantemo dorato. E’ possibile che la donna stia scivolando verso un tragico destino? Anche l’imperatore nasconde dei piani segreti e il dottore imperiale è l’unico a conoscenza delle sue macchinazioni. Quando l’imperatore avverte il profilarsi di una minaccia, trasferisce la famiglia del dottore dal palazzo in un’area remota. Mentre sono in viaggio, dei misteriosi assassini li attaccano. Chan e sua madre, Jiang Shi (Chen Jin), sono costrette a rifugiarsi a palazzo e il loro ritorno scatena una serie di rivelazioni sconvolgenti. Tra lo sfarzo e l’imponenza delle celebrazioni, vengono a galla dei terribili segreti. Mentre la famiglia imperiale continua nella sua elaborata sciarada all’interno di questa magnifica ambientazione, migliaia di guerrieri dall’armatura dorata attaccano il palazzo. Chi c’è dietro a questa terribile ribellione? A chi andrà la fedeltà del principe Jai? Tra l’amore e il desiderio, chi sarà alla fine a prevalere? In una notte illuminata dalla luna, migliaia di crisantemi vengono calpestati, mentre il sangue sgorga nel palazzo imperiale.Al cinema da venerdì 25 maggio, "La città proibita" rappresenta l’ultima opera, in ordine di tempo, di un regista considerato tra i più influenti e di maggiore talento degli ultimi anni. Di Zhang Yimou ricordiamo "La foresta dei pugnali volanti" (2004), La strada verso casa (1999) e "Lanterne rosse" (1991).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > La città proibita, del regista Zhang Yimou