La Coop per la salvaguardia del tonno rosso

Con grande soddisfazione di tutta l’associazione e del suo presidente Michele Candotti, la Coop si è quindi unita alla lista delle organizzazioni e aziende in tutta Europa che hanno accolto l’appello del WWF di lasciare al Mediterraneo la metà del tonno rosso. "L’augurio – ha commentato Candotti – è che anche in Italia la lista si allunghi, per coinvolgere sempre di più consumatori, pescatori, ristoratori e tutti coloro che hanno a cuore il bene della natura e di un’economia sana e sostenibile".

Per evitare che il tonno rosso sparisca dai mari e dalle nostre tavole, è infatti necessario che non ne vengano pescate più di 15.000 tonnellate all’anno. Ad oggi, il rischio di collasso della specie resta altissimo e la responsabilità cadrà in gran parte sui paesi europei tra i maggiori beneficiari delle quote stabilite di pesca.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > La Coop per la salvaguardia del tonno rosso