La F1 da il benvenuto a Rossi

Tre giorni di test con il team Ferrari a bordo di una F2004 con motore V10 depotenziato, in grado quindi di lottare ad armi pari con in nuovi e meno potenti propulsori V8. Per Rossi si è trattato della prima vera occasione di confrontarsi con i mostri sacri della Formula 1, primo tra tutti proprio quel Michael Schumacher che per qualche giorno è stato suo compagno di squadra. La prima giornata di test non è sicuramente partita sotto una buona stella, considerando il maltempo che ha costretto il centauro di Tavullia ad attendere il miglioramento della pista, per poi ritrovarsi in testacoda dopo appena mezzo giro. Ma Valentino non è il genere di sportivo che si scoraggia facilmente e al momento giusto ha saputo bloccare il cronometro sul un tempo di tutto rispetto. Nella seconda giornata di test ha infatti registrato il suo miglior giro con 1.12.851, pagando appena un secondo di ritardo dal ferrarista Michael Schumacher. Proprio quest’ultimo ha elogiato Valentino per la sua prestazione, dichiarando che "ha il talento sufficiente per riuscire". Tolto qualche errore dovuto all’inesperienza, il campione MotoGP ha mostrato, nei tre giorni di test, un ottimo rendimento in pista, migliorando sensibilmente i propri tempi sul giro. A
dimostrazione del talento del nostro Valentino Rossi basterebbe una frase pronunciata da Schumacher, il pilota più blasonato di tutto il circus della Formula 1: "Non credo abbia bisogno dei miei consigli".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > La F1 da il benvenuto a Rossi