La rete cattura donne e bambini

Il nuovo ritratto dell’utente medio, vede infatti un deciso aumento degli ultracinquantenni (+122%), delle donne (+40 %) e dei bambini (+102%). Pur lasciando alla fascia che comprende l’uomo dai 18 ai 49 anni il primato di utente-tipo (63% del totale), questi dati evidenziano come negli ultimi anni Internet stia assumendo un ruolo sempre più importante nel panorama della comunicazione di massa. In particolare per quanto riguarda l’Italia, Daniele Sommavilla, direttore per il Sud Europa di Nielsen//NetRatings, sottolinea la crescita esponenziale del numero di navigatori. Un dato interessante soprattutto se rapportato a quello degli altri paesi europei. L’Italia, con il 42% di abitazioni dotate di connessioni web si posiziona al terzo posto in Europa, dopo Germania e Inghilterra. “Il menù ‘media’ dell’utente medio italiano sta cambiando così come la quota tempo destinata ai diversi mezzi da parte del target. ed è quindi prevedibile che cambierà anche la quota di investimenti in pianificazione destinata dalle aziende alla pubblicità online”, spiega Sommavilla. La società Nielsen//NetRatings evidenzia inoltre come la diffusione delle connessioni a banda larga, in Italia salite al 40% del totale, contribuisca in modo fondamentale a questo sviluppo. Un contributo, quello dell’ADSL, destinato ad acquisire sempre più rilevanza, soprattutto in prospettiva degli aumenti delle velocità di connessione. Nuovi servizi, come lo streaming audio e video, rappresentano il futuro della rete e coinvolgeranno anche gli altri media, con servizi veloci e in real-time, destinati ad accrescere ancora l’utenza Internet.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > La rete cattura donne e bambini