La seconda notte di nozze di Pupi Avati

L’Italia del Dopoguerra. Del resto la caratteristica di Avati è quella di raccontare storie nutrite di realtà, magari un po’ deformate, ma sempre con fantasiosa coerenza. Insomma tutto il tocco maestrale di Pupi Avati è racchiuso in questo bel film rigorosamente italiano. Siamo in Puglia,
nell’immediato dopoguerra: Giordano Ricci (Antonio Albanese) è un omone dalla barba ispida che smina i campi di Torre Canne. Nessuno si oppone a questa sua attività poiché, a causa di una depressione che neanche l’elettrochoc ha saputo sconfiggere, Giordano è da tutti considerato un malato di mente e, in quanto tale, più sacrificabile di una persona sana. Le uniche a preoccuparsi sono le vecchie zie (Angela Luce e Marisa Merlini) che gestiscono la fabbrica di confetti di famiglia. La vita di Giordano cambia all’improvviso con l’arrivo di una lettera da Bologna. La mittente è sua cognata Lilliana (Katia Ricciarelli), vedova di suo fratello da pochi mesi, amata segretamente durante
l’adolescenza. Giordano, felice, non esita ad invitarla nella grande masseria di Torre Canne suscitando le ire delle zie… Una straordinaria interpretazione di Antonio Albanese aiuta a far rivivere le emozioni di quel periodo, di una Italia che, uscita dalla Seconda Guerra Mondiale, aveva voglia di
"ripulirsi". Un personaggio surreale che
"ti commuove ogni secondo e mezzo", dichiara lo stesso Antonio Albanese. E poi
c’è una Katia Ricciarelli che unendo eleganza e maestria riesce a combinare in un sol colpo scene di emozioni contrapposte. Da sottolineare, infine, la prova di un bravissimo Neri Marcorè. Dramma e commedia, risata e pianto: proprio quello che piace e caratterizza il regista. Da Venerdì 11 Novembre il film
"La seconda notte di
nozze" è nelle sale italiane su distribuzione 01 Distribution.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > La seconda notte di nozze di Pupi Avati