La stampa in 3D: una rivoluzione in arrivo

stampa 3d_jugo.it

Da qualche anno a questa parte si è assisitito al progressivo sviluppo delle tecniche di stampa 3D, un metodo innovativo per la produzione di oggetti, prototipi e componenti meccanici. Il principio che sfruttano questi macchinari è la produzione additiva, che consiste nel depositare vari strati di materiali fino all’ottenimento dell’oggetto desiderato. Fino a pochi anni fà la stampa 3D era prerogativa di grandi aziende ma, grazie al progressivo abbassamento dei costi, è diventata accessibile  alle piccole e medie imprese, permettendo la realizzazione rapida di prototipi e modelli.

Le applicazioni variano dal campo medico a quello aerospaziale, passando per l’architettura e la gioielleria. I profondi cambiamenti che questa tecnica apporterà all’economia globale non sono quantificabili date le numerose applicazioni. Recente è la notizia di un team di architetti danesi impegnati nella costruzione, in sole 4 settimane, di un’intera abitazione con l’utilizzo di questa innovativa metodologia produttiva.

Le stampanti 3D sono attualmente utilizzate per la creazione di oggetti di piccole dimensioni, generalmente monolitici, cioè composti da un unico pezzo. Ma sul web sono molti coloro che credono possibile il peer to peer di oggetti reali. Il principio è lo stesso utilizzato per condividere musica, film e software, ma invece di questi ultimi, si condivideranno file che descrivono un dato oggetto. Una volta scaricato il file, basterà caricarlo nella propia stampante, ed ecco che avremo  ”scaricato”  un oggetto reale.

Le implicazioni sono pressochè infinite, i mercati ne verranno cambiati profondamente, sia in meglio che in peggio. I vantaggi sono innegabili dato che non ci sarà più bisogno di recarsi in un negozio per comprare un articolo, ma lo si rodurrà in casa  a bassissimo costo. Gli svantaggi sono altrettanto evidenti: la pirateria, che già rappresenta un grosso problema, potrebbe espandersi verso gli articoli di largo consumo, rischiando di danneggiare gravemente non solo le società interessate, ma anche i lavoratori delle stesse, che si ritroverebbero ad occupare un ruolo ormai superato, sostituiti da macchine.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > La stampa in 3D: una rivoluzione in arrivo