La vicenda della piccola Sofia riapre alla cura con le staminali

staminali_jugo.it

Sofia è una bimba di tre anni e mezzo che vive in provincia di Livorno.E’ salita alla ribalta delle cronache perchè affetta da una grave malattia neurovegatativa  e per questo era stata sottoposta alle cure staminali nel novembre scorso; cure che aveva dovuto interrompere, nonostante avessero migliorato la qualità della sua vita, a causa del parere negativo del Tribunale prima, e del Ministero della Salute e dell’Agenzia Italiana del Farmaco-Aifa, poi. Il trattameto era infatti ritenuto pericoloso.

Fino al 14 marzo, quando, anche grazie all’impegno del Ministro della Salute Balduzzi, la piccola Sofia ha potuto ricevere la seconda infusione di staminali. Successivamente, grazie al ricorso dei genitori presentato agli organi di competenza, il Tribunale di Livorno si è espresso favorevolmente in merito al completamento dell’intero ciclo di cure per la bambina.

Ma non è tutto: la piccola Sofia ha aperto la strada a tanti altri casi simili al suo. Proprio il 21 marzo il Consigliodei Ministri con un decreto legge straordinario ha stabilito che tutti i pazienti curati con cellule staminali preparate con metodo Stamina potranno portare a termine le terapie. Si tratta di un via libera eccezionale,dunque, che consentirà alla piccola Sofia, e a tutti i bambini colpiti da malattie rare, di continuare le infusioni delle staminali agli Spedali Civili di Brescia, dopo che avranno ottenuto l’opportuna autorizzazione da parte del Tribunale di competenza.

“Sofia fa parte, dunque, dei pazienti che possono proseguire il trattamento con le staminali, così come stabilito dal decreto legge del 21 marzo”, afferma Caterina Ceccuti, madre della piccola. “Tuttavia continueremo a lottare a fianco degli altri genitori i cui figli malati non hanno ottenuto l’ok dai Tribunali e che ancora oggi si vedono rifiutare la cura con le staminali. Sabato 23 marzo alle 10 in piazza Ostiense a Roma è prevista una manifestazione per il diritto alle cure compassionevoli: noi ci saremo”.  L’evento è organizzato dai promotori della pagina Facebook Ministro Balduzzi aiuti la piccola Sofia.

 

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > La vicenda della piccola Sofia riapre alla cura con le staminali