L’Aduc contro Tele2: blocca il P2P

Qui, Tele2 dice: "l’accesso ad Internet è senza limiti di traffico e di consumo" – e che – "Le nostre offerte Adsl non pongono comunque alcuna limitazione al traffico." Per l’Aduc, queste affermazioni sono in netto contrasto con quanto pubblicamente dichiarato in diverse interviste al quotidiano online Punto-Informatico da dirigenti della stessa società. Tra gli esempi, l’Aduc riporta quella rilasciata il 12 marzo scorso da Filippo Galbiati, business manager voce e Adsl di Tele2 Italia, secondo cui "Le connessioni P2P non vengono bloccate, ma solo limitate in particolari momenti della giornata" e il 26 ottobre 2007 da Andrea Filippetti, Ad della società, che confermava l’uso dei filtri per il peer to peer.Ricordiamo che la tecnologia P2P (peer to peer), con programmi come BitTorrent o eMule, e’ utilizzata dagli utenti per scambiarsi file e che, spesso, è proprio per questo tipo di utilizzo che viene stipulato il contratto Adsl. "Il gestore che per sua prassi, più o meno giustificata dal volume di traffico, blocca o limita la connessione, – dice l’Aduc – deve informarne il potenziale cliente in modo puntuale, e non scrivere che la loro Adsl non ha ‘alcuna limitazione al traffico"’. Sempre l’Aduc sottolinea poi che, secondo le segnalazioni pervenute, il filtraggio è generalizzato e non limitato a particolari situazioni e orari.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > L’Aduc contro Tele2: blocca il P2P