Laguna Seca incorona Hayden, Rossi ko

Risalito fino alla quarta posizione, dopo essere partito decimo dalla griglia, Rossi paga a caro prezzo la rottura del motore della sua Yamaha M1 e, ritiratosi, vede ora il titolo mondiale più distante, in virtù dei 51 punti che lo separano dal leader Hayden. Delude Rossi, ma non per suo demerito, non entusiasma Edwards, suo compagno di squadra. Il pilota statunitense, anche lui sul circuito di casa, non è infatti riuscito a ripetere la bella prova offerta lo scorso anno e a rendere così meno amara la battuta d’arresto del "Dottore".Solo nono al traguardo, Colin lascia il campo agli avversari diretti di Rossi: Hayden, Pedrosa e Melandri (nell’ordine) portano le rispettive Honda sul podio, seguiti da Roberts Jr., Vermeulen, Hopkins, Checa e Capirossi. Laguna Seca, con il suo “cavatappi”, si conferma la bestia nera di Rossi e terra di conquiste per i piloti di casa, Hayden su tutti. Il mondiale si sposta ora a Brno, per il Gran Premio della Repubblica Ceca, in programma il 20 agosto prossimo. Rossi ed il suo team avranno quindi circa un mese di tempo per tentare di dare nuovo slancio ad una Yamaha M1 in difficoltà.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Laguna Seca incorona Hayden, Rossi ko