Lamborghini Reventón, aeronautica stradale

Per la Reventón i designer del Centro Stile Lamborghini hanno infatti tratto ispirazione dagli aerei più moderni, veloci e agili al mondo. Pur basandosi sulla Murciélago LP640, lo stile è così assolutamente originale, preciso e tecnicamente impressionante. Lo si riconosce già nella parte anteriore, caratterizzata dall’acuto angolo di freccia nel centro e dalle potenti prese d’aria rivolte in avanti. Come in tutte le Lamborghini, a partire dalla Countach, anche nella Reventón entrambe le porte si aprono verso l’alto; sotto di esse troviamo prese d’aria asimmetriche (sul lato guidatore servono per l’afflusso al radiatore dell’olio) che formano una struttura sotto-pavimento piatta e ottimizzata dal punto di vista aerodinamico.

Nonostante l’estremo e innovativo linguaggio delle forme, la Reventón non solo mantiene tutti i punti di forza della Murciélago, ma offre anche caratteristiche ulteriormente ottimizzate per quanto riguarda l’aerodinamica, l’importante sistema di raffreddamento del motore, l’impianto di aspirazione e i freni. Sono stati modificati l’afflusso d’aria e le sezioni delle prese aria a geometria variabile del motore e dello spoiler posteriore, anch’esso regolabile.

La medesima forza innovativa del design esterno caratterizza anche l’abitacolo della Reventón. Progettato e realizzato ai massimi standard di qualità nei materiali alcantara, carbonio, alluminio e pelle, è ispirato ai “cockpit” di prossima generazione: come negli aerei moderni, gli strumenti sono costituiti da tre display piatti a cristalli liquidi TFT con modalità di visualizzazione innovative.

Il motore con cui la Reventón scatta in avanti è il classico dodici cilindri, con 6,5 litri di cilindrata. Solo per queste 20 vetture vengono garantiti 650 CV (478 KW) a 8000 giri al minuto mediante selezione dei motori. L’enorme coppia, pari a max. 660 Nm, assicura un passaggio potente da ogni numero di giri, già il minimo movimento del pedale del gas viene trasformato spontaneamente in spinta. Il cambio robotizzato e.gear cambia le marce superando in velocità anche il conducente più esperto. E il sistema a quattro ruote motrici permanenti Viscous Traction assicura che le enormi forze possano essere costantemente tradotte in movimento. Altre due cifre non hanno bisogno di spiegazioni: con la Reventón l’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in soli 3,4 secondi, e la sua velocità massima va oltre i 340 km/h.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Lamborghini Reventón, aeronautica stradale