Las Vegas: oasi seducente di luci e colori

Approdando la prima volta, sembra davvero di esser stati catapultati in un set cinematografico. La nuova Las Vegas è fatta di edifici colossali e modernissimi, disseminati lungo le cinque miglia del boulevard detto The Strip.Qui sorgono i grandi alberghi ideati e costruiti a tema, che sono diventati la vera attrattiva di questa città. I turisti approdano sempre meno per tentare la fortuna al gioco. Vengono attratti dagli incredibili show, dalle fantasmagoriche strutture, dal lusso a prezzi ragionevoli. Si viene catapultati in un lasso di tempo breve in Egitto, nell’antica Roma, nel Medioevo, a Parigi, a Venezia. Il tutto può essere goduto nello stesso istante. Come in una mirabolante rappresentazione di un circo in piena regola. Qualcuno grida allo scandalo, qualcuno ad una triste ricostruzione, altri ad una brutta copia mal riuscita di meraviglie non duplicabili. Ma la dovizia di particolari, la cura dei dettagli, l’efficienza delle strutture, la straordinaria organizzazione, fanno pensare ad un grande lavoro che ha giustamente il vero riconoscimento in un indiscutibile successo.Chi viene a Las Vegas, viene soprattutto per questo, per calarsi con fantasiosa e giocosa energia in un mondo surreale e in ogni caso incantatore. C’è chi preferisce il Mirage, un hotel da oltre 3.000 camere che unisce una giungla con uccelli tropicali, un giardino segreto con vasca di delfini, un vulcano in ebollizione e un tigre bianca forse ormai stanca dei troppi flash. Chi invece scegli il Venetian. In questa mega struttura la ricostruzione è perfetta e sembra davvero di essere a Venezia. La città lagunare in miniatura affascina persino gli italiani. Le sale con gli affreschi i marmi e gli stucchi non hanno nulla da invidiare a qualche bel palazzo affacciato sul Canal Grande. Persino gli sposi che si lasciano trasportare in gondola, rendono l’atmosfera alquanto romantica. Imperdibile il Caesars Palace, uno dei primi megahotel di Las Vegas. Ebbene siamo approdati nell’antica Roma. Centurioni si mescolano alla incredibile varietà dei visitatori e degli ospiti dell’hotel, camere arredate con gusto romano, una via Appia stracolma di negozi di lusso. E una sala per spettacoli capace di ospitare nomi leggendari della storia della musica. Attualmente Celine Dion continua a regalarci il suo show "A new day…".La meraviglia di questa città è senza dubbio la possibilità di scegliere e di trasferirsi in un luogo del tutto impensabile in pochi istanti. Si passa dal circo acquatico agli scenari di Blade Ranner, da vulcani in eruzione a tornei di cavalieri medievali, da giungle impervie alle crociere sul Nilo, dalle montagne russe alla Tour Eiffel. In una girandola continua di emozioni e di sorpresa.Gran parte dei 37 milioni di turisti che ogni anno arrivano in città viene qui per questo. Tutti prima o poi tentano la fortuna ad una slot machine o al tavolo del black jack: tentar non nuoce. Ma la vera attrattiva è questo lento sciabordio di anime che transita e ammira e rimane affascinata dalle meravigliose invenzioni dell’uomo. La magia di Las Vegas è proprio la sua umanità che si perde in questi set artificiali e si lascia ammaliare dalle luci dai suoni dai colori, come tanti naufraghi in un’isola di sirene.
Andrea Lanari

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Las Vegas: oasi seducente di luci e colori