Last.fm: la musica diventa a pagamento

Se news e social network rimarranno gratuiti per tutti, l’ascolto in streaming dovrà invece essere pagato da parte di tutti gli utenti che non risiedono in USA, Germania e Regno Unito, le nazioni dove Last.fm va per la maggiore e gli introiti pubblicitari coprono abbondantemente i costi.Il cambiamento, effettivo dal prossimo 30 marzo, prevede la sottoscrizione di un abbonamento (costo circa 3 euro mensili) per accedere alla webradio "privata" di fastidiose pubblicità.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Last.fm: la musica diventa a pagamento