Lavoro in ripresa, non solo stagionali

Le opportunità di lavoro crescono poi del 7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, toccando il punto più alto da aprile 2009. I segnali di crescita positivi di giugno rispecchiano quelli registrati nei mesi precedenti, con produzione, trasporti e sales&hospitality tra i settori che segnano un buon incremento. Le Marche di distinguono tra le regioni italiane per il maggiore incremento mensile registrato.Il Monster Enployment Index è un’analisi mensile del recruiting online, basata su milioni di offerte di lavoro pubblicate in Europa dai maggiori portali di ricerca del personale e i più importanti siti di recruiting aziendale, incluso Monster.it. La gran parte della crescita nei settori industriali è stata motivate da trend di assunzioni stagionali come ad esempio nel turismo e nell’Hospitality. Inoltre il trend di crescita annuale si è intensificato a giugno lasciando intravedere un significativo incremento anche nel lungo periodo.Metà dei settori industriali ha registrato una crescita della domanda di personale, in particolare impiegati amministrativi e organizzativi hanno riportato l’incremento più consistente guadagnando 16 punti (10%) tra maggio e giugno. Le opportunità nel settore vendite hanno registrato incrementi significativi, una domanda sostenuta in particolare in Lombardia.Per contro settori quali artistico, entertainment, sport and leisure hanno riportato un calo di 13 punti (18%) in giugno. I trasporti, le spedizioni (post) e la logistica hanno esteso il trend di crescita per sei mesi consecutivi e hanno registrato l’incremento maggiore sull’anno precedente, 49 punti (42%). Educazione, formazione e biblioteche hanno registrato il calo percentuale più consistente in giugno, crollando del 9%. La crescita delle offerte on line, sia per manager che professionisti, riflette l’aumento della domanda di servizi professionali. Questi gruppi rispettivamente sono cresciuti di 5 punti (5%) e due punti (1%).La richieste di lavoro online sono cresciute nella maggior parte delle regioni italiane. Le Marche sono la regione che ha segnato la crescita maggiore nel mese di giugno. Questa regione ha guadagnato 10 punti (8%) inoltre, le Marche hanno avuto uno dei più alti tassi di crescita annuali, fino a +17%. Nel lungo periodo il Piemonte ha registrato una crescita del 17% nella domanda di lavoro online. Per contro, la Sicilia è l’unica regione a scendere rispetto ai livelli dell’anno precedente, le offerte sono infatti cadute del 3%.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Lavoro in ripresa, non solo stagionali