Le notizie online? Fresche per 36 ore

A farlo è stato Albert-Laszlo Barabasi, della University of Notre Dame (Indiana), autore dello studio "The Dynamics of Information Access on the Web", pubblicato dalla rivista "Physical Review E" dell’American Physical Society. L’indagine di Barabasi ha così evidenziato che, al giorno d’oggi, le notizie pubblicate online si mantengono per ben 36 ore, molto più di quelle impresse sulla carta. Per arrivare a calcolare il "ciclo di vita" di una notizia, lo studioso ha considerato il lasso di tempo che passa tra il clic con il mouse da parte del primo lettore e quello del fruitore della notizia che si trova esattamente a metà del totale degli utenti che avranno avuto modo di leggere quel determinato articolo. Prendendo in esame i clic effettuati dai lettori-navigatori su una nota testata online ungherese, lo studioso è così arrivato a stimare una vita di ben 36 ore per le notizie sul web.Per quel che riguarda le notizie, Albert-Laszlo Barabasi ha quindi evidenziato un vantaggio davvero notevole di Internet sulla carta stampata. Pur tra momenti di maggiore ed altri di minore interesse, le 36 ore della Rete sono un obiettivo impossibile da centrare per i quotidiani, soprattutto se si considera il fatto che, salvo in rari casi, il lettore perde completamente d’interesse per l’edizione cartacea del giorno precedente. Come sottolinea lo stesso Barabasi, agli editori online converrebbe quindi lasciare online le notizie per qualche giorno in più…

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Le notizie online? Fresche per 36 ore