Le ragioni dell’aragosta per la Guzzanti

Il luogo della reunion è un piccolo villaggio della Sardegna dal nome davvero originale, Su Pallosu. Qui, comici ed attori hanno deciso di mettere su uno spettacolo a sostegno della causa dei pescatori in gravi difficoltà per lo spopolamento del mare.Un’idea improvvisa, nata quasi per gioco, ma che finirà per coinvolgere il gruppo di vecchi amici e collaboratori. Tra i pescatori c’è poi un certo Gianni Usai, ex operaio alla Fiat ed ex sindacalista, un uomo che ha vissuto da giusto, sempre povero, sempre dedito a proteggere il lavoro dei suoi compagni. La sua sola presenza diventa una grande ispirazione e genera l’entusiasmo sufficiente a partire per questa avventura. Ma, si sà, l’entusiasmo iniziale scema spesso con altrettanta rapidità, lasciando spazio a dubbi di ogni sorta. La tensione sale alle stelle quando il grandissimo anfiteatro di Cagliari si riempie. "Le ragioni dell’aragosta" diventa così un esperimento sull’agire, sulla difficoltà di organizzarsi, di aggregare. Per i realizzatori, con Sabina Guzzanti su tutti, è quindi un discorso sulla frustrazione e il dubbio costante sull’utilità dell’azione e sulle strategie possibili.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Le ragioni dell’aragosta per la Guzzanti