L’editore dell’eroina dei fumetti Batwoman ha vietato il suo matrimonio gay

fumetti_jugo.it

Il personaggio Batwoman, impersonato dalla vedova miliardaria Kate Kane, venne creato da Bob Wanz e Sheldon Moldoff nel lontano 1956, come controparte femminile degli eroi Batman e Robin. Dopo un periodo di assenza dalle strisce, nel 2006 la bella eroina venne rilanciata dalla casa editrice statunitense Dc Comics che affidò l’ideazione delle sue avventure ai noti disegnatori  J.H. Williams e W. Haden Blackman.

Nel mondo dei fumetti non erotici compaiono fin dagli anni Novanta diversi personaggi omosessuali, del resto ambiguità e travestitismo sono una componente frequente nelle strisce e gli stessi Batman e Robin mostrano inclinazioni sessuali dubbie, ma i veri e propri coming out sono abbastanza rari.

Il matrimonio tra la dichiaratamente lesbica Batwoman e la poliziotta Maggie Sawyer era stato annunciato nei fumetti lo scorso febbraio, quando la bella eroina mascherata chiese la mano della sua fidanzata storica, senza però ottenere risposta. Dopo mesi di attesa i suoi fans sono rimasti assai delusi, in quanto la Dc Comics ha improvvisamente deciso di censurare la legalizzazione di questa unione gay. I fumettisti J.H. Williams e W. Haden Blackman hanno reagito alla imprevista decisione dei loro datori di lavoro con immediate dimissioni, protestando pubblicamente sul loro blog con un articolo dal titolo esplicito Heartbroken, nel quale dichiarano che la casa editrice ha chiesto di punto in bianco di modificare ed eliminare alcune strisce e addirittura di alterare il finale della storia, già progettato da almeno un anno. Nell’articolo i fumettisti spiegano inoltre che l’ultimo libro con la loro firma sarà il numero 26.

La Dc Comics ha risposto anch’essa pubblicamente che questa decisione non va interpretata come una censura, bensì come una volontà di coerenza verso  la linea di principio per cui i supereroi  non si realizzano nella loro vita privata, contrapponendo alle soddisfazioni dovute alle azioni eroiche, compiute quando sono mascherati, una dolorosa solitudine sentimentale quando vestono i panni di un comune mortale. Effettivamente la casa editrice osteggia tutti i matrimoni, anche quelli eterosessuali.

Il nuovo fumettista che porterà avanti le avventure di Batwoman è il gay dichiarato Marc Andreyko, e sicuramente la bella eroina ci riserverà ancora molte sorprese.

 

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > L’editore dell’eroina dei fumetti Batwoman ha vietato il suo matrimonio gay