L’elisir di lunga vita? Dormire dalle 6 alle 8 ore

La ricerca è stata realizzata dagli studiosi inglesi della University of Warwick in collaborazione con la Facoltà di Medicina dell’Università di Napoli ed è stata pubblicata sia sulla rivista di settore Sleep sia, in sintesi, sul quotidiano Daily Telegraph. I ricercatori spiegano che la fascia di 6-8 ore di sonno a notte è un toccasana in quanto dormire meno comporta un incremento del 12% delle probabilità di morire prima dei 65 anni, mentre per chi dorme di più il rischio sale addirittura al 30%.Proprio questo secondo dato rappresenta la vera novità di questa ricerca ed è in netta controtendenza con numerosi studi precedenti, dove si sosteneva che più si dorme e maggiori sono i benefici per l’individuo. Per i dottori inglesi e italiani invece, dormire troppo è spesso sinonimo di stati depressivi o di carenza di attività fisica. L’elisir di lunga vita, almeno per quel che riguarda il sonno, è dunque dormire dalle 6 alle 8 ore a notte.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > L’elisir di lunga vita? Dormire dalle 6 alle 8 ore