Leone d’Oro alla carriera per Tim Burton

"Il premio – riporta il sito della Mostra – rende omaggio a uno dei cineasti americani più coraggiosi, visionari e innovativi, capace di emozionare e affascinare i più diversi e ampi gruppi di spettatori, in equilibrio sul crinale che congiunge arte e industria". Il rapporto tra Tim Burton e la Mostra di Venezia non è nuovo. Il regista, attualmente al lavoro per adattamento cinematografico del musical-thriller Sweeney Todd di Stephen Sondheim, ha infatti presentato al Lido due dei suoi capolavori d’animazione: The Nightmare Before Christmas (in prima internazionale alla Mostra 1994) e Corpse Bride (in prima mondiale alla Mostra 2005).Il direttore della Mostra di Venezia Marco Müller, che ha proposto il Leone d’Oro alla carriera per Burton, ha dichiarato: "Tim Burton è un genio del cinema, il figlio più fantasioso della nuova età dell’arte. Possiede un talento unico nell’impregnare di profondità emotiva le storie che racconta. Sa costruire paesaggi onirici di altissima visionarietà (che fanno appello all’eterno fanciullo che è in noi) senza mai perdere né integrità estetica, né – tanto meno – la sua naturale vicinanza a personaggi fuori norma. Più insolentemente pop della maggior parte dei nuovi registi di oggi, e meno desideroso di approvazione della maggior parte dei vecchi maestri, non c’è regista americano di successo che possegga un senso del cinema più spietato ed estremo del suo".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Leone d’Oro alla carriera per Tim Burton