L’Esame di Stato, poi l’Università: quale?

L’Istituto di Statistica, proprio in queste ore, ha infatti pubblicato un’interessante indagine sull’inserimento professionale dei laureati. Condotto nel 2007, lo studio propone un quadro generale con molte fratture e dal quale gli studenti possono e devono prendere spunto nella scelta dell’ateneo e della facoltà da frequentare una volta usciti dalle superiori.Secondo i dati dell’Istat, infatti, la situazione appare abbastanza rosea per ingegneria, mentre difficoltà si riscontrano per una "facoltà forte" come medicina. A tre anni dalla laurea, l’81,3% degli ingegneri trova infatti lavoro contro il 24% dei medici. Guardando ai sessi, l’uomo sembra trovare più facilmente lavoro rispetto alla donna (60,3% contro 53,3%), mentre è il Nord a prevalere sul Sud (66,3% contro 43,4%) e Centro (53,6%).

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > L’Esame di Stato, poi l’Università: quale?