Like a Rolling Stone cambiò il mondo

Ad incoronare il brano del 1965, ritenuto l’inno di un’intera generazione, sono stati artisti del calibro di Paul McCartney, Noel Gallagher, Keith Richards, Lou Reed, Patty Smith, Robert Downey Jr, Edward Norton e Juliette Lewis. "Like a Rolling Stone" è risultata l’opera artistico-culturale più votata, all’interno di un’unica macro-categoria contenente 100 opere tra film, libri, canzoni e programmi per la televisione. Per quel che riguarda i film, "fondamentale" è stato giudicato il contributo di "Arancia meccanica" (A Clockwork Orange), la pellicola diretta da Stanley Kubrick nel 1971, alla quale va anche il quinto posto assoluto. Tornando a "Like a Rolling Stone", il celebre brano di Dylan ha preceduto, nell’ordine, "Heartbreak hotel" di Elvis Presley, "She Loves You" dei Beatles e "Satisfaction" dei Rolling Stones. Se musica e cinema si sono rivelate “arti di alto valore culturale", altrettanto non si può invece affermare per i programmi televisivi. Le "guide spirituali" della generazione d’oggi, almeno secondo il sondaggio, rivestono infatti un ruolo marginale per quel che riguarda l’ambito culturale. Per trovare il primo telefilm bisogna infatti rovistare ai margini della top-ten, dove a salvare l’onore della categoria troviamo "Il prigioniero" (decimo), una serie a puntate risalente agli anni Sessanta, e i Simpson, il celebre cartoon firmato Matt Groening (14esimo). Meglio non è certo andata ai libri, praticamente snobbati dalle star. L’unico libro presente nella classifica assoluta delle 20 opere con il "maggior impatto globale" è infatti "On the road" di Jack Kerouac, solo 19esimo. Primo singolo della storia musicale con una durata di oltre 6 minuti, "Like a Rolling Stone" rappresenta per la cantautrice Patty Smith "Il brano portavoce dell’energia del periodo". "Se in quel momento eri indifferente o mentalmente mezzo addormentato – afferma la cantante – quella canzone ti scioccava e ti riportava in vita." Un parere condiviso anche da Allan Jones, direttore di "Uncut", che però precisa come si sia arrivati all’incoronazione del brano di Dylan solo dopo un lungo dibattito. Sempre secondo Jones, inoltre, "Like a Rolling Stone è risultata l’opera con il maggior impatto globale degli ultimi cinquant’anni, ma sono sicuro che molti non saranno d’accordo".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Like a Rolling Stone cambiò il mondo