L’Italia del sesso, poco ma bene

Nel “Bel Paese” si fa infatti l’amore appena 108 volte l’anno, un risultato di poco sopra alla media mondiale che si ferma ai 103, risultando così 18esimo tra i 41 paesi coinvolti nel sondaggio. A guidare la classifica sono i francesi, con l’invidiabile frequenza di 137 rapporti sessuali all’anno. Seguono Grecia (133), Serbia e Montenegro (131), Ungheria (131), Macedonia (129), Bulgaria (128), Repubblica Ceca (125), Croazia (120), Regno Unito (119), Islanda (119), Slovacchia (117), Nuova Zelanda, Slovenia (112), Stati Uniti (111), Israele (111), Spagna (110), Polonia (110), Italia (108), Canada (108), Irlanda (105), Belgio (105), Svizzera (103). Ad abbassare nettamente la media ci pensano i giapponesi, con appena 46 rapporti l’anno. Sorprendente il dato che riguarda il Brasile, stando ai risultati del sondaggio il popolo del samba farebbe l’amore solo 96 volte in un anno. L’Italia comunque ottiene l’ambito primato per della “qualità”. Bel il 61% del gentil sesso nostrano dichiara infatti di raggiungere abitualmente l’orgasmo. Seconda in questa classifica Serbia e Montenegro (56%), seguita da Macedonia (54%) e Israele (52%). Ultimi i cinesi con appena il 19%. Nelle parti basse della classifica la Francia, con un deludente 32%. Dati meno piacevoli per tutti quelli che riguardano la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, il 35% della popolazione mondiale continua ad avere rapporti non protetti con partner occasionali. Infine il dato sull’età del primo rapporto: 17,7 anni. I giovani italiani non sono fra i più precoci, la prima volta avviene mediamente all’età di 17,6 anni ,contro i 15,7 degli islandesi.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > L’Italia del sesso, poco ma bene