Live Aid 8: 5 città unite per solidarietà

I 5 concerti saranno in contemporanea e, come sottolinea Geldof, avranno lo scopo “di ricordare alla gente che il mondo va male e va assolutamente migliorato”. Sempre il cantante irlandese ha poi sottolineato come la data scelta per la manifestazione non sia affatto casuale, in quanto arriva poco prima del vertice del G8, in programma il 6 luglio a Gleneagles (Scozia). Tra le motivazioni dell’evento c’è infatti l’azzeramento del debito accumulato dai paesi del Terzo Mondo, un argomento da sempre a cuore a molti musicisti, e non solo. Su tutti Bono degli U2, grande sostenitore di questa causa e, come tale, immancabile protagonista di “Live Aid 8″. Gli U2 saliranno infatti sul palco di Londra (Hyde Park) insieme a Coldplay, Mariah Carey, Dido, Keane, Elton John, Annie Lennox, Madonna, Paul McCartney, Razorlight, Snoop Dogg, Sting, Joss Stone, Stereophonics, REM, Scissor Sisters, Muse e Robbie Williams. Questa sarà la fantascientifica line-up di Londra, il vero “campo centrale” della manifestazione. Importante anche il cast di Philadelphia (Museum of Art), dove si esibiranno Will Smith, Bon Jovi, Stevie Wonder, Jay-Z, Puff Daddy e Dave Matthews Band. Come nel lontano 1985, Londra e Philadelphia saranno quindi unite da un unico intento: usare la musica come grande megafono di sensibilizzazione. A differenza di vent’anni fa, però, non si raccoglieranno fondi con la vendita dei biglietti ed i concerti saranno gratuiti: “Quello che è importante è informare il numero più ampio possibile di persone di quello che continua ad accadere, della povertà della maggior parte degli abitanti del Pianeta, fare pressione in modo che possano sensibilizzare i politici a fare marcia indietro sul debito internazionale”, ha dichiarato Geldof. Di questo “grande abbraccio musicale” saranno protagoniste anche Berlino, dove saliranno sul palco A-ha, Crosby, Stills and Nash, Lauryn Hill, Brian Wilson e Parigi (Tuilleries Gardens) con Jamiroquai, Placebo, Youssou N’Dour. Per quanto riguarda Roma (Circo Massimo), sono attesi Faith Hill, Tim McGraw, Jovanotti, Irene Grandi, Nek e Duran Duran. Tutti gli artisti citati fanno parte della line-up provvisoria di “Live Aid 8″, altri grandi nomi potrebbero infatti aggiungersi nei prossimi giorni, per un evento che nasce e cresce all’insegna della beneficenza, intesa da Geldof non come denaro, ma fuorviera di “giustizia sociale”.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Live Aid 8: 5 città unite per solidarietà