L’ultima battaglia di Mel Gibson

La causa di tale incresciosa situazione è da ricercare in uno degli
ultimi acquisti effettuati dall’attore australiano. Appena un anno fa Mel Gibson
aveva deciso di accaparrarsi il proprio angolo di paradiso, in particolare una
piccola isola delle Fiji. Il tutto spendendo la modica cifra di 15 milioni di
dollari. Contratto alla mano, l’attore si è però trovato di fronte alla
resistenza opposta dagli abitanti dell’isoletta. L’idea di comprare paradisi
terrestri negli angoli più disparati del globo è piuttosto in voga tra i vip
d’oltreoceano, ma stavolta questo genere di shopping sembra essersi trasformato
in una bella gatta da pelare. Mel Gibson si appresta infatti ad affrontare una
dura battaglia legale, dato che nelle intenzioni degli abitanti di Mago – così
si chiama l’atollo delle Fiji – c’è la volontà di ingaggiare un legale che
possa impugnare il contratto ed impedire così la vendita dell’isola. Tanta
forza nella resistenza allo sbarco del Bravehearth del grande schermo nasce da
brutte esperienze di cui l’isola sarebbe già stata vittima. Pare
infatti che nel lontano 1800 i 21 chilometri quadrati di Mago Island siano stati
venduti ad un prezzo stracciato dagli antenati degli attuali indigeni. Curioso
pensare che ai tempi la transazione si sia conclusa con uno scambio e non con il
pagamento di cifre astronomiche: la piccola isola venne infatti venduta per 2.000 piante di noci di cocco.
In merito alla vicenda è intervenuto anche il premier Laisenia Qarase, ma con
parole tutt’altro che rassicuranti per gli abitanti di Mago. “Il contratto è tra il venditore e l’acquirente, il governo non può fare niente sui beni immobili in piena proprietà”,
ha dichiarato il primo ministro.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > L’ultima battaglia di Mel Gibson