Lulu.com rivoluziona l’editoria, anche in Italia

Libri, musica, fumetti, fotografie e film: tutto questo e molto altro ancora, per il principale mercato editoriale indipendente del web. Lulu.com offre, ora anche in Italia, tutti gli strumenti per pubblicare e vendere le proprie opere, non in qualità di editore, bensì di affidabile partner tecnologico. Si tratta di un’iniziativa realmente rivoluzionaria? Probabilmente sì, basti pensare che ognuno è libero di gestire in totale autonomia i propri contenuti e, ancor più importante, non è prevista alcuna tassa d’iscrizione e alcun minimo d’ordine per pubblicare e vendere su Lulu.com. La società si occupa infatti di gestire il business online, inclusa la stampa, la consegna e il servizio clienti. Chi pubblica il materiale non deve far altro che stabilire i diritti d’autore per ogni unità di contenuto, e alla fine di ogni trimestre, attendere un assegno per i diritti maturati. Lulu.com, naturalmente, trattiene una piccola percentuale su ogni transazione. Bob Young dimostra quindi, come per il software libero, di credere nella necessità di lasciare agli utenti il controllo della tecnologia. Autori ed editori indipendenti hanno il controllo del loro contenuto digitale, dalla creazione del contenuto alla prezzatura dei diritti d’autore. Lulu.com semplicemente distribuisce il contenuto creativo al mondo e da agli editori di talento e ai visitatori l’opportunità di comprare e vendere opere indipendenti.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Lulu.com rivoluziona l’editoria, anche in Italia