Made in italy a San Patrignano

Oltre
a vari convegni dedicati alla formazione professionale, faranno da sfondo alla
manifestazione numerosi eventi enogastronomici. Nutrito il programma
dei due giorni di Squisito: la “Giostra dei Cuochi”, spazio dedicato a
lezioni teorico-pratiche di grandi chef; “Experimenta”, serie di workshop
finalizzati all’approfondimento di sapori, storia e tradizioni; il “Festival
della cucina italiana”, manifestazione itinerante con degustazioni e sorprese.
Non mancheranno una mostra mercato (“Il Villaggio degli Artigiani”),
l’esposizione di prodotti tipici regionali e prelibatezze come il cioccolato.
Spazio anche all’“agonismo” con il concorso nazionale per cuochi, in
collaborazione con i “Jeunes
Restaurateurs d’Europe” coordinati da Moreno Cedroni della Madonnina
del Pescatore (AN) e con La Madia
Travelfood. La giuria sarà presieduta da Luigi Cremona, giornalista e
critico enogastronomico. Una splendida inziativa, considerando soprattutto il
notevole valore sociale che da anni caratterizza l’azione della comunità di
San Patrignano che può essere sintetizzato nelle parole dello stesso Andrea
Muccioli, responsabile della comunità: “Da anni San Patrignano accoglie
ragazzi che vogliono liberarsi dalla tossicodipendenza e lo fa anche attraverso
l’opportunità di acquisire una formazione finalizzata al loro reinserimento
nella società. Ciò avviene anche nel settore dell’enogastronomia con un
impegno costante nella ricerca della qualità che ci ha permesso finora di
formare professionalità
importanti nei campi della viti-vinicoltura, degli
allevamenti, della cucina e di produrre vini, formaggi, olio d’oliva,
carni e salumi di grande pregio”.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Made in italy a San Patrignano