Madonna: musica e pace all’Olimpico

Partendo da "Future Lovers", brano che ha dato inizio al concerto-show, Madonna ha saputo trascinare la folla attraverso una performance fatta di musica, provocazione e solidarietà. Proprio quest’ultimo aspetto ha vissuto il suo momento più intenso durante l’esecuzione di "Sorry", quando si sono alternati messaggi di pace ed immagini con alcuni dei personaggi più influenti del pianeta e di altri che, in epoche diverse, hanno segnato le sorti di interi popoli: da George W. Bush a Saddam Hussein, passando per Papa Ratzinger e Tony Blair, sino a scomodare addirittura Hitler e Mussolini.L’artista 48enne si dimostra più atletica che mai e per il concerto italiano, atteso da ben 5 anni, usa l’unica data del "Confessions Tour" nel Belpaese per imprimere un’impronta indelebile sulla folla. Un segno che passa attraverso la musica, le coreografie sempre oltre il provocatorio e messaggi forti come quello che Madonna lancia tanto per ricordare al mondo che la musica resta uno dei mezzi più importanti ed intensi per esprimere un’idea di cambiamento. "Roma è una città di pace – grida Madonna – E’ possibile avere la pace in questo mondo. Dovete credere che cambiare il mondo è possibile".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Madonna: musica e pace all’Olimpico